il bello dell’orto

Domenica 29 agosto ore 7,00

esco di casa e non ho ancora l’esatta percezione di che giornata sia: pioggia? coperto? sole?

Sole. Un aria fredda mi rigenera e mi fa pure rimpiangere un paio di scarpe e un pullover, ma intrepido inforco la bici e percorro i 400 metri che mi separano dall’ orto.

L’erba mi bagna i piedi e la terra e ancora carica della pioggia di ieri pomeriggio.

Però camminare tra questi pianticelle appena trapiantate e notare che stanno in splendida salute mi da tanta carica.. oggi è domenica e non si lavora… … per questo, più tardi, tornerò all’ orto per fare qualche lavoro in tutta pace…

non male come programma…