bollettino 17

La scorsa settimana non ho scritto il bollettino.  Dopo essermi punito, provvedo per questa settimana cercando di ovviare ad alcuni possibili inconvenienti.

Mi spiego: in questa cassetta ci sta l’indivia, detta anche scarola riccia. PErsonalmente non ho mai amato questa verdura: la trovavo troppo rustuca, dura, amara. Ho continuato, quindi, a a restarle alla larga fina a quanto a Napoli mi ritrovai un po’ preso per i fondelli da un mio amico che mi spiegò che la scarola si fa cotta…E nelle foccacerie del Vecchia Napoli è facile trovare delle ottime focaccine salate ripiene di indivia cotta.

Se avete pazienza potete trovare una infività di ricette a base di scarola, Ma di base la scarola si lava bene e poi “scaltriscono” con cipolla, olio extra vergine di oliva e un po’ di sale… questa base può essere usata come ripieno di torte salate assieme a una belle spolverata di parmigiano, aggingendo, per un piatto più forte uova , e anche pezzi di mozzarella . MA meglio di tutto è aggiungere alla scarola delle olive nere… oppure delle uvette e due tre filetti di acciuga.. insomma, un po’ di fantasia… ma cotta!

abbiamo ancora dei capucci. Non sono nostri, ma vengono da una azienda biologica del Veneto.
Carote: ottime crude, ma anche cotte al latte e una presa di mentuccia…

Mandarini arance… anche un po’ di radicchio trevisano.

Se non fosse attesa la pioggia per i prossimi giorni saremmo quasi pronti per partire con le nuove semine.. infatti che il clima stia cambiando te ne accorgi perchè, monostante la presenza ancora consistente d’acqua, questa se ne sta andando a ritmo molto più veloce di qualche giorno fa… se restiamo senza pioggia per quattro conque giorni rischiama di avere la possibiita di seminare… (cipolla, qualche insalata, piselli, porri…) ma il tempo si sta buttando alla pioggia…