bollettino n. 6

ceciNOTIZIE DALL’ORTO   n° 6
12 NOVEMBRE 2009
Martedì ero a Torano Nuovo, un piccolo paesino sulle colline del teramano, presso una azienda agricola con cui spesso ho a che fare.  Alcune donne erano indaffarate a impacchettare ceci. Chiedo se ce ne sono un po’ per me. Se li vuoi impacchettati no, perchè siamo in ritardo con le consegne, mi rispondono. Chiedo se sono biologici… Certo, mi risponde Raimonda, sono quelli di Pietro.
Pietro ha un agriturismo e coltiva biologico, Anche il vino (passerina e montepulciano) sono biologici. Bene dico e prendo un sacco da 25 chili… Penso che non sia per nulla male mettere nella cassetta anche degli ottimi ceci.
I legumi fanno bene. E’ un cibo ottimo. pieno di proteine nobili e una dieta a base di legumi fa pure dimagrire… è assolutamente vero e scientifico.
I ceci che trovate oggi nella cassetta sono piccoli come si usano nel centro Italia. La prima cosa che bisogna fare per prepararli a regola d’arte è metterli a mollo per almeno 12 ore. E’ sufficiente metterli in acqua? No. Attenzione, per una perfetta preparazione è necessario aggiungere una bella quantità di sale nell’acqua. Tanto sale. Il perché non lo so, è un fatto di alchimia. Poi vanno sciacquati e messi in pentola SENZA sale. A cottura avvenuta potrete aggiungere il sale secondo i vostri gusti.
Bene, ora che abbiamo i nostri ceci lessati cosa possiamo fare?
La cosa più semplice è mangiarli con olio, sale. Possiamo anche aggiungere un pò di prezzemolo e aglio tritati, ma anche rosmarino e aglio. Qualcosa di più? Bene prendete un pentolino, abbondante olio extra vergine di oliva e mettete sul fuoco, aggiungete alcuni spicchi d’ aglio e rosmarino e fate soffriggere fino a quando l’aglio imbiondisce e condite con questo i ceci…Qualcosa di più? Prendete una fetta di pane abrustolito e adagiatela sul fondo del piatto. Poi procedete come prima ma oltre all’aglio, al rosmarino e all’olio aggiungete anche due tre o più cucchiai di passata di pomodoro. Poi aggiungete i ceci e soffriggete il tutto per un po’ (non molto) . Versate il contenuto sulla fetta di pane e mangiate.
Questo  per restare nelle cose assolutamente sempici. Poi esistono infinite ricette.
Immagino che ci sarà qualche obiezione sulla verza. Ancora verza? Ebbene sì, ancora verza. E poi radicchio trevigiano precoce, cavolo, zucca, …
Abbiamo messo a disposizione ben 23 finocchi, forse qualcun altro riusciamo a tirarlo su…
mancano ancora porri che sono magri magri…
Stiamo cercando sempre altri produttori….
e stiamo anche pensando, per primavera, se esiste un qualche interesse per avere anche uova fresche. Voi che ne pensate? fatecelo sapere…