un mese di silenzio…

E’ quasi un mese che non do notizie di cosa stia succedendo in orto.

Pigrizia? no grazie! solo che non ci sono buone nuove…. una estate come questa spero resti il ricordo di quella che fu la “peggior” annata… Anche ieri guardavo i filari di fagioli… niente… niente e niente… bene cos’ facciamo prima a raccogliere. Chiedo ad Adriano: quanto fagioli hai…. ne ho fatti quattro chili… quattro chili… l’anno scorso non riuscivamo a smerciarli tutti… li potevamo vendere a cassette.. quest’anno non riusciamo a fare neanche una cassetta… ma anche melanzane, pomodori,  fagiolini… Eppure ha piovuto.. Sì, certo. Un po’ ha piovuto a beneficio delle cose appena piantate: radicchi, cavolacee, biete… speriamo che queste piantine vengano su bene, almeno loro!

Intanto il radicchio di Chioggia piantato precocemente sperando di averlo pronto per questo periodo, se ne sta andando in semenza senza nemmeno aver provato a chiudersi. Pigro!

Non è che voglio piangere il morto è che vedere l’orto in sofferenza è una cosa che fa tristezza e ti da un senso di frustrazione.

Mi consolo passeggiando tra il radicchio di Treviso tardivo, le piante di broccoli, le insalate che stanno nascendo….

poi ho solo voglia di darvi buone notizie!