paola ci manda una ricetta

Riporto una ricetta letta prima di dormire su un bel libro di Pia Pera: la racconto perchè svela un modo di stare al mondo più attento a ciò che ci regala la natura che troppo spesso non degniamo di attenzione e che invece…. ebbene tra le erbe e le “erbacce” ci sono preziose essenze e ricchezze : ad esempio la pelosa e cobaltofiorita Borragine che è pianta generosa e quasi infestante.. almento nella parte di giardino che le ho dato..

ricetta : pasta con borragine

ebbene scegliere le teste fiorite e le foglie più tenere, versare nella pasta in cottura verso la fine e scolare insieme per condire con olio (DG!) e parmigiano… Pronto!

la Borragine si può anche usare per minestroni e risotti e so che viene usata per ripieno dei tortelloni con ricotta (al posto o con le erbette o gli spinaci) e le cimette possono diventare, con una apposita impanatura ottime frittelle – così come si fa con i fiori di acacia, sambuco o con le foglie di salvia..

vi do’ anche una buona

ricetta: per la impanatura:

uova q.b. sbattute con sale poi in un sol colpo molta farina da rendere la pastella densa , poi aggiungere un cucchiaio di olio DG e poco latte (se la pastella è troppo densa) . Immergere le cimette, di fiori o foglie o carciofini o fette di formaggio (qui deve essere densa), scolare e poi friggere.

Ottima ricetta che mi ha trasferito oralmente la Ceci- mia amica abruzzese, ricercatrice di ricette antiche e sane, nonchè eccellente e raffinata cuoca.

saluti agli amici di DG!

paola volpato

Segnalo le caratteristiche della boraggine, pianta “controversa”. -marco