allarme ogm

Oggi  Carlo Petrini lancia l’allarme ogm,con un articolo pubblicato su Repubblica, per due campi coltivati illegalmente nel pordenonese con mais transgenico.

Già io guardo male il mio vicino perchè semina mais industriale da vendere poi al consorzio per farne mangimi animali, figurarsi se entrano in gioco anche gli ogm…

Il nostro orto confina, appunto con un campo seminato a mais e proprio ieri discutevo con il proprietario sulla sua possibilità di “guadagno”. Alla fine anche lui ha convenuto con me che l’unica opportunità di avere un qualche guadagno è quella di affittarmi il campo… ( dove vorrei mondare un po’ la terra dopo anni e anni di diserbanti e concimi chimici) ma se si diffonde il vezzo degli ogm con la prospettiva, del tutto fasulla e falsa, di “guadagnare di più”  allora è la fine. Perchè questa strana bestiola che è il mais transgenico ha il brutto vizio di “impollinare” anche le poche specie tanto gelosamente conservate…. Ora io non amo particolarmente il mais, ma recuperare il Biancoperla o il Marano, dalle nostre parti, è un atto decente e corretto. Distruggere anche questa piccola biodiversità perchè qualcuno ha il sogno (se ne accorgerà nel giro di poco) fasullo di “guadagnare di più” è solo una pazzia…!